Leandro Lega: nota biografica

LEANDRO LEGA

Il Museo è fondato in riferimento alla figura di Leandro Lega, con l’intento di favorire l’ampliamento della conoscenza del suo nome e la diffusione della sua opera, nella sua multiforme attività di artista e di animatore di proposte culturali.

Leandro Lega.  Nasce il 7 settembre a Faenza, frequenta la Scuola di disegno, poi il Liceo Artistico a Ravenna. Nel 1943 la chiamata alle armi, la prigionia dall’8 settembre, il tasferimento da Rovereto a Ulm, un periodo in Garfagnana con i partigiani. Finalmente il ritorno a casa nel dopoguerra, dove deve letteralmente “rimboccarsi le maniche”, morto il padre, ricostruisce la casa distruttra dalla guerra, sposa Fernanda Sartoni nel ‘51 e nascono Vincenzo e Carla.

L’opera di Lega è documentata, dalla fine degli anni ‘50, da una voluminosa rassegna stampa, che include testate locali, quotidiani nazionali e riviste d’Arte. Ci da informazioni su un percorso in crescendo costellato da una fitta vicenda espositiva, in collettive e personali, dalla partecipazione a concorsi, con vera intensità di presenza, da numerosi e prestigiosi premi e riconoscimenti.

Se c’è stata una vita vissuta a piene mani, densa di umori e di sapori, ricca di progetti e passioni, d’esperienza e di amicizia, è di certo stata quella di Leandro Lega, scomparso il 13 settembre del 2002 a 78 anni appena compiuti, personaggio di romagnola schiettezza e ceramista originale di formazione atipica.

L’esposizione volutamente scarna di queste note, non rende giustizia al percorso di uomo e ceramista che ci verrà restituito nella sua pienezza e intensità dalla testimonianze che ritroviamo in questo museo.

VISITA

InformazioniMappa

Museo Leandro Lega
Via Fratelli Rosselli 6, Faenza

Tel. 331 6685134

sito webe-mailFacebook

Categorie:
 FAENZA ,  ARTE 

Leandro Lega: nota biografica ultima modifica: 2018-11-27T21:56:25+00:00 da wp_8864900