Faenza

FAENZA

Di origine romana, Faenza è una meravigliosa città d’arte la cui fama brillava nel periodo rinascimentale per la produzione di oggetti in ceramica, di squisita fattura, esportati in molti Paesi europei.

CENNI STORICI

Fontana Monumentale e Duomo di FaenzaFaenza, attraversata dalla via Emilia, è una città di origine romana. Se del periodo medievale restano solo poche importanti testimonianze architettoniche, come in S. Ippolito e nelle chiese di S. Maria Foris Portam e della Commenda, non si può dire lo stesso di quello che fu uno dei periodi più fulgidi di Faenza grazie alla SIgnoria dei Manfredi.

Con la riedificazione della Cattedrale nel 1474, infatti, inizia un’epoca fiorente, legata all’arte rinascimentale toscana. Artisti come Giuliano e Benedetto da Maiano, Donatello, i Della Robbia, Biagio d’Antonio da Firenze ed altri, si trasferiscono a Faenza per lavorare. Al periodo barocco si riferiscono, invece, grandi opere architettoniche che creano il volto attuale di Faenza: la struttura delle due piazze principali con la fontana, la torre dell’orologio, le logge e le ali porticate dei palazzi del Comune e del Podestà.

Quasi tutte le chiese conventuali vengono poi ricostruite in eleganti linee tardo barocche, così come numerosi palazzi gentilizi. Felicissima resta l’età della fioritura neoclassica dalla fine del XVIII secolo fino al primo trentennio del successivo, con esempi di rilevanza artistica attraverso l’opera di Giuseppe Pistocchi, Giovanni Antonio Antolini, Felice Giani, Gaetano Bertolani, Gianbattista e Francesco Ballanti Graziani, Antonio Trentanove e Pietro Tomba. Tra le numerose realizzazioni, Palazzo Milzetti suggella magistralmente, sia sotto il profilo architettonico che decorativo, quella che è stata la civiltà romagnola del neoclassicismo.

LE CERAMICHE

La ceramica a Faenza vanta una tradizione plurisecolare che ancora oggi continua a rivestire una notevole importanza in quanto espressione di artigianato e di industria.
La città, per la posizione geografica che ne fa un punto di incontro tra la cultura padana e quella toscana, ha saputo costituirsi come centro ceramico di primaria importanza sin dal Medioevo.
La fama di questi prodotti faentini è tale che la maiolica viene conosciuta in tutto il mondo con il nome francese di Faience.

ARTE E CULTURA A FAENZA

teatro masini faenza
Il volto attuale della città si è formato in un lungo arco di evoluzione storica, arricchendosi nel tempo di architetture di grande pregio, con una forte caratterizzazione rinascimentale.

La città dei Manfredi è un luogo dinamico ed elegante che custodisce sorprese per ogni turista. Gli amanti delle maioliche d’arte rimarranno incantati dalle opere esposte al MIC, il Museo Internazionale delle Ceramiche , uno dei più grandi e conosciuti al mondo, o dalla visita ai musei dedicati ai grandi artisti faentini, Carlo Zauli  e Guerrino Tramonti .

Gli  estimatori del periodo Neoclassico apprezzeranno sicuramente una sosta a Palazzo Milzetti  ed il turista che voglia deliziare gli occhi con i dipinti dei grandi maestri dovrà contemplare un passaggio alla Pinacoteca Comunale .

E poi, ancora, veri e propri tuffi estetici nella severità medievale, nello splendore del barocco, nell’eleganza del liberty, fino ad arrivare alle creazioni delle oltre 50 botteghe ceramiche , dove veri e propri artisti perpetuano quella tradizione che ha reso Faenza famosa nel mondo, sperimentando, nel contempo, nuovi linguaggi espressivi.

MUSEI

EVENTI
LINK UTILI
Faenza ultima modifica: 2018-04-27T10:45:32+00:00 da Irma Misic