Ceramiche Mimbres

Le ceramiche degli indiani Mimbres: dalla produzione di mille anni fa all’interpretazione rituale

Sabato 9 marzo, alle ore 16 presso il Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza (viale Baccarini 19), Claudio Casadio terrà una conferenza sulle “Ceramiche degli indiani Mimbres: dalla produzione di mille anni fa all’interpretazione rituale“.
La conferenza è collegata alla mostra “Aztechi, Maya e Inca. Le culture dell’America precolombiana in corso al MIC.

Realizzate nella parte sud-occidentale degli Stati Uniti d’America, in una zona compresa tra l’attuale Arizona e il New Messico, le ceramiche Mimbres sono straordinariamente creative. Uniche nella storia degli Indiani d’America sono le ciotole disegnate dal 950 al 1150,  poi la produzione è improvvisamente cessata.
Il segno caratterizzante di queste ceramiche è la pittura in nero su fondo bianco con la raffigurazione di fantastici disegni, geometrici in una prima fase, e successivamente con animali, piante e figure umane. Molto interessanti sono anche decorazioni che riprendono scene di caccia, di coltivazione dei campi e di rituali religiosi.
Sull’interpretazione di queste immagini il dibattito è ancora aperto, ma con due certezze. La prima è il loro collegamento a riti di sepoltura, come dimostrato dai ritrovamenti a corredo funerario e dalla presenza di un foro che le caratterizza come “ceramiche uccise”. La seconda certezza è che le ceramiche sofisticate e inventive prodotte dall’antico popolo indiano dei Mimbres sono uno strumento indispensabile per provare a comprendere almeno in parte la loro arte e spiritualità intimamente connesse al mondo naturale.

 

Ceramiche Mimbres ultima modifica: 2019-03-05T13:44:21+00:00 da Claudio Casadio

Rispondi