Quinta pietra (Belvedere) – Pietre Parlanti – Museo dell’Uomo e del Gesso nella Rocca

Quinta Pietra (Belvedere) – Pietre Parlanti

IL MUSEO   ●   STORIA   ●   PERCORSO DI VISITA   ●   PIETRE PARLANTI

(Solo voce)

Dionisio Naldi: … Bello qui… da mozzare il fiato… pensate… io non l’ho mai veduto, non sono mai salito fin qui, perché ai miei tempi la torre ancora non c’era: non dimenticate che questa Rocca è figlia del cumulo dei secoli, ben più della vita di un guerriero… ma come guerriero e figlio di questa terra vi presento la Val d’Amone…

Molto è cambiato, molto è restato… Ancor oggi le genti transitano da qui con carri ben più veloci per raggiungere Firenze… Questo torrione non fu fondato per godere della natura, ma per piantonare ogni passaggio e aver la visione d’un falco.

Brisighella attorniava questo bastione e non da soli guerrieri questo colle era praticato. Qui… sotto di voi, c’era la vita quotidiana, c’era il mercato, fin dentro le mura… c’era la fatica nei campi e le preghiere. Nei momenti di pace si innalzavano nuove fortificazioni, pronte alla guerra successiva, sempre più devastante. Ma le battaglie, ieri come oggi, si combattono anche con le carte bollate e, per convenienza degli uni e degli altri, questa terra nell’anno 1509 passò dai Dogi ai Papi.

Chissà se è il denaro a fare la guerra o il suo contrario.

Così, sotto lo Stato pontificio rimase per secoli e in queste lande ci fu meno mestiere per le compagnie d’armi, sicché, senza più il fronte di un confine da guerreggiare per nuovi signori… questa Rocca non fu più sul palcoscenico dell’historia.

Oggi il paese ha traslocato più dabbasso, e i valligiani, campando dello scavare la generosa vena del gesso hanno eroso e isolato dalle case questo colle turrito. Pertanto, questo castello non è più bastione difensivo e simbolo di potere, ma pietra che racchiude memorie e faccende di Romagna.

Io? … Dionisio Naldi, da par mio, son sempre stato fedele, da buon romagnolo, al mio mestiere. Impazzai con i miei uomini da Venezia alla Toscana, dagli Sforza ai Malatesta, per il conto di uomini potenti. Per la nobiltà con cui operai… da tutti fui rispettato.

(Pausa)

Pazienti compari, giunge l’ora del mio congedo. Fate attenzione alle scale al vostro ritorno… Non vogliamo feriti, il cerusico non si vede al castello da un paio di secoli…

Non indugio oltre, e ricordate… gli uomini passano, le pietre restano.

Durata 2 m 40 s

VISITA

InformazioniOrariMappa
Biglietto Unico Rocca + Museo Civico Giuseppe Ugonia € 3,00 – Romagna Visit card permette l’ingresso gratuito alla Rocca

Indirizzo: Rocca di Brisighella
Via Rontana, 64 (c/o Rocca di Brisighella)
48013 Brisighella (RA)
Tel. 0546 994415

email
: cultura@comune.brisighella.ra.it


Sito web

Da Maggio a Settembre, prefestivi e festivi: 10,00 – 12,30 e 15 – 19,00.
Aprile e Ottobre, prefestivi e festivi: 10,00 – 12,30 e 15,00 – 18,00.
Da Novembre a Marzo, prefestivi 14,30 – 16,30 e festivi 10,00 – 12,30 e 14,30 – 16,30.

Chiusura
di Rocca, Torre dell’Orologio e museo Ugonia nei seguenti giorni: 1 gennaio e 25 dicembre.

IMPORTANTE

Questo sito non è aggiornato, per informazioni corrette sui musei dell’Unione della Romagna Faentina potete visitare i siti dei musei stessi o dei singoli Comuni.

Ci scusiamo per il disagio

Questo si chiuderà in 20 secondi